alt

Giruno

Da decenni le FFS si adoperano per rendere più rapidi e comodi i collegamenti tra la Svizzera tedesca e quella italiana. La linea panoramica del San Gottardo riflette lo spirito pionieristico delle generazioni passate. In seguito, sono stati introdotti nuovi treni ad assetto variabile per affrontare con maggiore velocità le numerose curve della linea montana.

La nuova galleria di base del San Gottardo nasce dalla precisione, dalla capacità di innovazione e dall’affidabilità di impronta svizzera. La sua inaugurazione il giorno 11 dicembre 2016 rappresenta un’ulteriore pietra miliare del nuovo asse nord-sud del San Gottardo. Prima dell’attivazione della galleria di base del Monte Ceneri entro la fine del 2020 e del corridoio di 4 metri entro il termine del 2020, sulle linee di accesso a entrambe le gallerie di base tra Basilea e Chiasso verranno realizzati circa 25 progetti edili. Con numerosi interventi di costruzione, di gestione e a livello di materiale rotabile, le FFS conterranno quanto più possibile le ripercussioni sui clienti fino al termine dei lavori edili.

Dopo l’apertura delle due gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri, i clienti FFS raggiungeranno Lugano/il Ticino meridionale ancor più rapidamente. A partire dalla fine del 2020 il nuovo treno «Giruno» contribuirà ad abbreviare di 45 minuti il tragitto da Zurigo a Lugano rispetto ai tempi di percorrenza del 2016. Il «Giruno» inoltre è autorizzato a viaggiare in quattro nazioni diverse, creando così i presupposti che consentiranno di offrire collegamenti diretti internazionali. Anche i collegamenti ferroviari interni dell’area del Ticino diverranno notevolmente più veloci. Ad esempio, a partire dal 2020, il viaggio tra Lugano e Locarno avrà una durata di soli 31 minuti anziché 55.